Alberese | Parco Naturale delle Maremma

Arezzo


Capalbio


Colline Metallifere

la costa Toscana

        Walking along the Tuscan coast

Crete Senesi

        Abbazia di Monte Oliveto Maggiore

        Walking in the crete senesi

Grosseto


Manciano


Montagnola Senese

         Walking in the Montagnola senese


Montalcino

Monte Amiata

         Walking on Monte Amiata

Montepulciano

Prato

Scansano

Siena

          Fonti di Siena

Ospedale Santa Maria della Scala

Sorano

Sovana

Val d'Elsa

          San Gimignano

Val d'orcia

          Montalcino

          Pienza

          Sant'Antimo

          San Quirico d'Orcia

          Radicofani

          Walking in the Val d'Orcia


Val di Chiana

         Montepulciano

         Montefollonico


Valle d'Ombrone

 

 

 

 

 

 

 





 
Montalcino

Colle di Val d'Elsa 15.jpg

E N G         N L         I T

Colle di Val d'Elsa, Duomo, Concattedrale dei Santi Alberto e Marziale (1)

 

Toacana ] Galleria di immagini  
     
   
Colle di Val d'Elsa, Duomo, Concattedrale dei Santi Alberto e Marziale
   
   

Colle di Val d'Elsa (localmente Colle) è un comune italiano della provincia di Siena in Toscana.
Percorrendo la via principale di Colle, Via di Castello, si incontrano la casa-torre del paesano architetto, il trecentesco palazzo dei Priori che oggi ospita il Museo di Arte Sacra e il Museo Civico, e il Duomo di Colle di Val d'Elsa, la concattedrale di San Marziale.

La concattedrale di San Marziale (Duomo)

La concattedrale di San Marziale, costruita su una preesistente cappella di San Salvatore, elevata poi a pieve e quindi a collegiata, è il principale luogo di culto cattolico di Colle Val d'Elsa, dal 1986 concattedrale dell'arcidiocesi di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino.

Architettura e patrimonio artistico

   
   

Mappa della concattedrale di San Marziale, Colle di Val d'Elsa | Ingrandire mappa

 

 
   
La concattedrale, esterno

Duomo di colle, ext. 04.JPG

Colle di Val d'Elsa, Duomo, esterno (2)

 

La sobria facciata neoclassica è opera di Agostino Fantastici; essenziale nelle linee, è articolata da materiali diversi che ne sottolineano il disegno. Il paramento murario, prevalentemente in laterizio, è interrotto da due risaliti in arenaria su cui si aprono i portali laterali, e da cornici in travertino, che corrono alla base della facciata e all'altezza del secondo ordine; il timpano triangolare presenta una cornice dentellata.

 

Colle di Val d'Elsa, Duomo (Concattedrale dei Santi Alberto e Marziale)   Colle di Val D'Elsa - Colle, Palazzo Pretorio, retro del Duomo   Colle di Val d'Elsa, veduta del Duomo

Colle di Val d'Elsa, Duomo (Concattedrale dei Santi Alberto e Marziale)

 

  Colle di Val D'Elsa - Colle, Palazzo Pretorio, retro del Duomo   Colle di Val d'Elsa, veduta del Duomo

Interno

L'edificio presenta una pianta a croce latina con tre navate divise in quattro campate da pilastri a sezione rettangolare con lesene aggettanti su cui si imposta una doppia cornice a membrature, che corre lungo la navata centrale e il transetto, chiuso lateralmente da due ampie cappelle.

L'area presbiteriale, completata dal coro nella porzione absidale, è sovrastata da un tamburo privo di cupola, sostenuto da quattro pennacchi. La navata centrale e i bracci del transetto presentano una volta a botte; sulle navate laterali, coperte da volte a crociera, si aprono otto cappelle a pianta rettangolare con volta a botte.

 

Duomo Colle di Val d'Elsa, interno

Duomo Colle di Val d'Elsa, interno (2)

 

All'interno nella prima cappella di destra troviamo tele di Giovan Paolo Melchiorri sia all'altare che nei muri laterali; nella seconda cappella di destra l'altare è opera di Vincenzo Dandini e i dipinti sono stati realizzati nel 1673 da Deifebo Burbarini; nella quarta di destra il dipinto all'altare è di Rutilio Manetti mentre gli affreschi e i restanti dipinti sono di Astolfo Petrazzi. Nel transetto di destra si trova il fonte battesimale datato 1465 e la tela raffigurante la Natività opera del Poppi datata 1567. Dal transetto di destra si accede alla cappella del Sacro Chiodo, chiusa da una cancellata in ferro battuto realizzata nel XVII secolo, e qui è posto il marmoreo tabernacolo opera di Mino da Fiesole nel quale si conserva uno dei chiodi serviti per la crocifissione di Cristo. Qui è collocato anche un elegante leggio in bronzo, opera di Pietro Tacca del 1629.

All'altare maggiore è collocato il Crocifisso in bronzo fuso anch'esso opera di Pietro Tacca su modello del Giambologna. Nella collocazione originaria sono ancora gli stalli lignei del coro, realizzati nel 1628 da Silvestro Ceramelli.

Nel transetto di sinistra si trova la tela raffigurante l'Ultima Cena realizzata nel 1636 da Ottavio Vannini e nel battistero vi sono due tele di Cosimo Gamberucci entrambe del 1619. Nella quarta cappella di sinistra tele di Filippo Tarchiani; nella terza all'altare opera di Niccolò Tornili e ai lati dipinti di Giovanni Rosi fatti tra il 1662 e il 1663; nella seconda cappella di sinistra affreschi di Giuseppe Nicola Nasini del 1690.

A metà della navata centrale si trova il pulpito in marmo con bassorilievi risalenti al XIV secolo e al 1465.

 

La Cripta del Duomo - Oratorio della Misericordi

L'oratorio di Gesù, Giuseppe e Maria della Compagnia della Morte, anche conosciuto come Cripta della Misericordia si trova al disotto del duomo.

 

Interno della Cripta del Duomo - Oratorio della Misericordia, Colle di Val d'Elsa
Interno della Cripta del Duomo - Oratorio della Misericordia, Colle di Val d'Elsa

 

L'’Oratorio della cripta è lo storico luogo di riunione della Confraternita della Misericordia, la più antica forma di volontariato sorta nel mondo e ancora oggi estremamente vitale. Molto attive in Toscana, le Misericordie furono fondate nel 1244 a Firenze, aggregando semplici cittadini di ogni ceto ed età, impegnati a “onorare Dio con opere di misericordia verso il prossimo”, il tutto nel più assoluto anonimato e in totale gratuità. La Confraternita di Colle fu particolarmente impegnata nella settima opera di misericordia: seppellire i morti e le vittime di epidemie e pestilenze.(3)

 

Duomo di colle, int., cripta della misericordia, affreschi con dannati   Duomo di colle, int., cripta della misericordia 11 scheletro   Duomo di colle, int., cripta della misericordia 10 scheletro

L'inferno, Interno della Cripta del Duomo

 

  L’angelo della morte della parete di destra, Oratorio della Misericordia  

L’angelo della morte della parete di sinistra, Oratorio della Misericordia

 

 

Photo album Abbey of Sant'Antimo


       
Colle Val d'Elsa, panorama del centro storico   Chiesa di Santa Maria in Canonica (Colle Val d'Elsa)   Colle val d'elsa, Museo San Pietro, sale del Museo Diocesano

Colle di Val d'Elsa, panorama del centro storico

 

Chiesa di Santa Maria in Canonica
(Colle Val d'Elsa)

 

 

Museo San Pietro, sale del Museo Diocesano

 

Bibliografia


Giovanni Lami, Sanctae Ecclesiae Florentinae Monumenta, Firenze, Tipografia Salutati, 1758.

Emanuele Repetti, Dizionario geografico, fisico, storico del Granducato di Toscana, Firenze, 1833-1846.

Emanuele Repetti, Dizionario corografico-universale dell'Italia sistematicamente suddiviso secondo l'attuale partizione politica d'ogni singolo stato italiano, Milano, Editore Civelli, 1855.

Attilio Zuccagni-Orlandini, Indicatore topografico della Toscana Granducale, Firenze, Tipografia Polverini, 1857.

Carlo Carnesecchi, Documenti relativi al castello di Picchena, in Miscellanea Storica della Valdelsa, 1894.

Luigi del Moro, Atti per la conservazione dei monumenti della Toscana compiuti dal 1 luglio 1894 al 30 giugno 1895. relazione a S.E. il Ministro della Pubblica Istruzione, Firenze, Tipografia Minori corrigendi, 1896.

Alessandro Lisini, Inventario delle pergamene conservate nel Dipolmatico dall'anno 736 all'anno 1250, Siena, Lazzeri, 1908.

Michele Cioni, La Valdelsa: guida storico-artistica, Firenze, Lumachi, 1911.

Guido Carocci, Antiche pievi in Valdelsa, Miscellanea Storica della Valdelsa, 1916.

Mario Salmi, Architettura romanica in Toscana, Milano-Roma, Bestetti&Tumminelli, 1927.

Pietro Toesca, Storia dell'arte italiana. Il Medioevo, Torino, UTET, 1927.

Pietro Guidi, Rationes Decimarum Italiae. Tuscia. Le decime degli anni 1274-1280, Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 1932.

Pietro Guidi, Martino Giusti, Rationes Decimarum Italiae. Tuscia. Le decime degli anni 1295-1304, Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 1942.

Italo Moretti, Renato Stopani, Chiese romaniche in Valdelsa, Firenze, Salimbeni, 1968.

Franco Cardini, Alta Val d'Elsa: una Toscana minore?, Firenze, SCAF, 1988.

AA. VV., Chiese romaniche della Valdelsa. I territori della via Francigena tra Siena e San Gimignano, Empoli, Editori dell'Acero, 1996, ISBN 88-86975-08-2.

AA. VV., Il Chianti e la Valdelsa senese, Milano, Mondadori, 1999, ISBN 88-04-46794-0.
Mariacristina Galgani, Luca Trapani, La Cattedrale di Colle di Val d’Elsa, Colle di Val d’Elsa, Pro Loco, 2001.

Luca Trapani, Sul titolo della chiesa concattedrale di Colle di Val d’Elsa. Contributo alla discussione, «Miscellanea Storica della Valdelsa», CXXIII (2017), 1-2 (332-333), pp. 207-213

 



Traveling in Tuscany| Holiday homes in southern Tuscany | Podere Santa Pia

 

Bee hive in the garden
     

 

 

 
         

Podere Santa Pia, situated in a particularly scenic valley


[1] Foto di René Hourdry - Opera propria, CC BY-SA 4.0, Collegamento


[2] Foto di Sailko, licenziato in base ai termini della licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported
(3) Fonte: Colle Val d’Elsa. La Cripta della Morte | blogcamminarenellastoria.wordpress.com


This article incorporates material from the Wikipedia article Concattedrale dei Santi Alberto e Marziale published under the GNU Free Documentation License.