Alberese | Parco Naturale delle Maremma

Arezzo


Capalbio


Colline Metallifere


la costa Toscana

         Walking along the Tuscan coast

Crete Senesi

         
Abbazia di Monte Oliveto Maggiore

         Walking in the Crete Senesi

Grosseto


Manciano


Montagnola Senese

         Walking in the Montagnola senese


Montalcino

Monte Amiata

Montepulciano

Prato

Scansano

Siena

          Fonti di Siena

Sorano

Sovana

Val d'Elsa

          San Gimignano

Val d'orcia

          Montalcino

          Pienza

          Sant'Antimo

          San Quirico d'Orcia

          Radicofani

          Walking in the Val d'Orcia


Val di Chiana

         Montepulciano

         Montefollonico


Valle d'Ombrone

 

 

 

 

 

 

 





 
Le Crete Senesi

La monumentale villa Bichi-Ruspoli-Forteguerri, Radi di Creta, (Monteroni d’Arbia)

 

La monumentale Villa Bichi-Ruspoli-Forteguerri, Radi di Creta, (Monteroni d’Arbia) [2]


Toacana ] Galleria di immagini  
     
   

Crete senesi | Radi, Monteroni d'Arbia, Siena

   
   

Il castello di Radi di Creta è un edificio storico, già fortificato, situato a Radi, una frazione di Monteroni d'Arbia. Risalente al XVIII secolo è la monumentale villa Bichi-Ruspoli-Forteguerri, costruita dal marchese Carlo Metello Bichi-Ruspoli-Forteguerri sul sito del perduto castello di Radi.[4] Alla villa è annesso un giardino terrazzato, affacciato sulle crete senesi, e una cappella gentilizia.

Storia

Situato in posizione dominante su di un colle a difesa di Siena lungo la via Francigena, lo si trova citato già in documenti del X secolo. Dal 1271 vi risiedeva un podestà inviato da Siena, ed a quell'epoca la fortificazione aveva quattro torri di avvistamento, di cui oggi restano le tracce solo di due di esse, alle entrate nord e sud del borgo. Nel 1365 fu attaccato da John Hawkwood, che lo incendiò, e di nuovo venne distrutto nel 1393 dai nemici Fiorentini.

Dopo la caduta di Siena divenne l'edificio padronale di un ampio insediamento agricolo, venendo via via ristrutturato come villa. Si sa che dal XVII secolo fu dei Bichi Ruspoli, e verso il 1770 Carlo Metello di questa famiglia diede sostanzialmente alla proprietà l'aspetto attuale.

 

Castello di radi, loggetta 02.jpg

Loggetta, Villa Bichi-Ruspoli-Forteguerri, Radi di Creta (Monteroni d’Arbia) [2]

 

Descrizione

Ciò che rimane della struttura del castello, trasformato in villa, si trova sulla sommità della collina del borgo di Radi, sovrastante le abitazioni attorno al "pozzo di Radi"[cosa sarebbe?] e la chiesa di San Pietro Apostolo. Cinto di mura, vi si accede attraverso una cancellata che immette in una corte con un pozzo in pietra decorato della armi Bichi Ruspoli.

La villa vera e propria si compone di tre corpi principali attorno al cortile: uno di servizio con limonaia, a nord, una cappella settecentesca al centro e, raccordato da una loggetta, l'edificio padronale a sud, affacciato sull'altro lato su un giardino a terrazze.

 

 
Castello di radi, loggetta con affresco del XIX secolo (dettaglio), caccia presso Radi Castello di radi, loggetta con affresco del XIX secolo (dettaglio), caccia presso Radi, Monteroni d'Arbia Castello di radi, loggetta, affresco del XIX secolo, caccia presso Radi, Monteroni d'Arbia Castello di radi, loggetta, interno con vedute del XIX secolo, caccia presso Radi, Monteroni d'Arbia

Affreschi nella loggetta, Castello di Radi, frazione Monteroni d'Arbia [2]

 

   
   

Castello Radi, loggia, interno con affresco ottocentesco, raffigurante scena di caccia a Radi. Sullo sfondo il castello.

 

Afresco raffigurante scena di caccia a Radi (particolare)   Afresco raffigurante scena di caccia a Radi (particolare)

  Afresco raffigurante scena di caccia a Radi (particolare)

Afresco raffigurante scena di caccia a Radi (particolari) [2]

 

Anello Cuna e Radi, Monteroni d'Arbia

 

Mappa Cuna, Radi e dintorni  | Aggrandire mappa


 
   

Anello Cuna e Radi, Monteroni d'Arbia


Download gpx
Lunghezza del percorso: 12,6 km
Tipologia del fondo: Misto Asfalto/sterrato


 
Cuna, frazione di Monteroni d'Arbia, con l'ngresso della Grancia e la Chiesa dei Santi Giacomo il Maggiore e Cristoforo
       

Cuna, frazione di Monteroni d'Arbia, con l'ngresso della Grancia e la Chiesa dei Santi Giacomo il Maggiore e Cristoforo

 

Trekking in Toscana

Corsano - Ponte d'Arbia | 19 km

Castelli e Paesaggi Senesi | Anello Corsano Poggio ai Frati, Monteroni d'Arbia |

Siena - Ponte d'Arbia - Buonconvento | Via Francigena | 26 km - 5 km

Montalcino - Buonconvento - Abbazia Monte Oliveto Maggiore | 28 km

Je kan deze lange wandeling in twee delen verdelen

Van Montalcino naar Buonconvento | 16 km | 3 uur ongeveer| gpx

Buonconvento - Abbazia Monte Oliveto Maggiore | 11.60 km | gpx

Buonconvento - San-Quirico-d'Orcia | Via Francigena | 17 km

Questo itinerario inizia a Buonconvento, vicino al Ponte d'Arbia, e conduce a San Quirico d'Orcia, nel cuore della Val d'Oria.

 

Galleria immagini Crete Senesi




   
SorraArbiaPonteDArbia   ArbiaRiverPontedArbiaMonteronidArbia   Monteroni d’Arbia

L'afflusso del Sorra (a sinistra) nell'Arbia (a destra) a Ponte d'Arbia, a sud del ponte

 

 

Ponte d'Arbia

 

Monteroni d’Arbia, ancient Mill of Santa Maria della Scala Siena in the center of the city

 

Crete Senesi Biancane   Castello di Grotti, Ville di Corsano, frazione Monteroni d'Arbia   Villa il Colle

Deserto di Accona

 

Castello di Grotti, Ville di Corsano, frazione Monteroni d'Arbia

 

 

Villa Il Colle

 

         
     

 

 

 

Traveling in Tuscany| Holiday homes in southern Tuscany | Podere Santa Pia

 

Colline sotto Podere Santa Pia

Podere Santa Pia

 

 

Podere Santa Pia

 

Colline sotto Podere Santa Pia

         
         



[1] Foto di LigaDue, licenziato in base ai termini della licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale
[2] Photo by Sailko, licensed under the  Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported license.
[3] Emanuele Repetti, «Radi di Creta» in Dizionario geografico fisico storico della Toscana, vol. 4, Firenze, po. 708–709.
[4] Guide d'Italia. Toscana, Milano, Touring Club Italiano, 2012, p. 644


Bibliografia

Emanuele Repetti, «Radi di Creta» in Dizionario geografico fisico storico della Toscana, vol. 4, Firenze, po. 708–709.

AA. VV., I castelli del Senese, Siena 1976.

E. Bosi, I castelli della Toscana: il Senese, Firenze 1981.

V. Pellegrini, Le fortezze della Repubblica di Siena, Siena 1982.

Cinzia Pezzani e Sergio Grillo, A piedi in Toscana vol.3, Iter Edizioni, 2004

 

 



Questo articolo è basato parzialmente sull'articolo Castello di Radi dell' enciclopedia Wikipedia ed è rilasciato sotto i termini della GNU Free Documentation License.