Albarese | Parco Naturale delle Maremma

Capalbio


Colline Metallifere


la costa Toscana

Crete Senesi

Abbazia di Monte Oliveto Maggiore

Grosseto

Manciano

Monte Amiata

Montepulciano

Prato

Scansano

Siena

          Fonti di Siena

Sorano

Sovana

Val d'Elsa

Val d'orcia

          Montalcino

          Pienza

          Radicofani


Valle d'Ombrone

 

 

 

 

 

 

 





 
Val d'Orcia

Acquedotto del Vivo (Acquedotto di Siena) in Monte Amiata Scal

  

Acquedotto del Vivo (Acquedotto di Siena), Monte Amiata Scalo (Stazione [1]


Toacana ] Galleria di immagini  
     
   

Acquedotto del Vivo (Acquedotto di Siena) in Monte Amiata Scalo

   
   

L’acquedotto dl Vivo attinge acqua dalle tre sorgenti dell’Amiata Ermicciolo, Ente e Burlana, collocate nella zona di Vivo d’Orcia.

Nel 1895 il comune di Siena progettò l'acquedotto destinato a risolvere la mancanza di acqua di cui la città e il circondario avevano assoluto bisogno.
La sorgente dell'Ermicciolo, da dove partiva il progetto, aveva una portata di duecento litri al minuto - secondo.[2]

 

   
   

Mappa Acquedotto del Vivo (Acquedotto di Siena) in Monte Amiata Scalo | Ingrandire mappa


 
   

Nel 1928 cominciarono i lavori che si conclusero nel 1931; un lavoro enorme con uno sviluppo complessivo di condotte di 142.615 metri.
Già nel XII secolo San Romualdo aveva scelto la zona del Vivo per fondare l'Eremo, descrivendo questo luogo incantato come: "selvaggio e magnifico, una piccola altura protesa al limite fra il regno del faggio e quello del castagno, pochi metri pianeggianti presso una stretta sinuosa, improvvisa, dalla quale scaturivano con fragore di tuono due grosse e travolgenti polle d'acqua gelate". Il 4 ottobre 1931 ci fu la cerimonia inaugurale dell'opera alle sorgenti dell'Ermicciolo in presenza di alte autorità, tra i quali il prefetto di Siena Toffano e monsignor Barbieri che impartì la benedizione. Ancora oggi, a distanza di quasi 70 anni, questo ponte di collegamento idrico riveste un importanza fondamentale per gran parte della Provincia di Siena.[2]

 

Photo album Van d'Orcia


La Val d`Orcia | Il fiume Orcia | Galleria fotografica


 

La sorgente dell'Ermicciolo, Vivo’Orcia   Vivo d'orcia 045   Seccatoi, chestnut-drying houses, near the source Ermicciolo
La sorgente dell'Ermicciolo, Vivo’Orcia

 

 

L'Ermicciolo, Vivo’Orcia

 

 

  Seccatoi, chestnut-drying houses, near the source Ermicciolo
Gallina, chiesa di La Scala   RoccaDOrciaPanorama   Castiglione D'Orcia e Rocca D'Orcia - veduta dalla Via Cassia

Gallina, chiesa di La Scala

 

 

Rocca d'Orcia, seen from Bagno Vignoni

 

 

Castiglione d'Orcia e Rocca d'Orcia visti dalla Via Cassia

 


Traveling in Tuscany| Holiday homes in southern Tuscany | Podere Santa Pia




[1] Photo LigaDue, lizenziert unter der Creative-Commons-Lizenz „Namensnennung – Weitergabe unter gleichen Bedingungen 4.0 international“.
[2] Fonte: Pro LOco Vivo d'Orcia | www.prolocovivo.org

 

Bibliografìa

Giuliano Catoni: L’acquedotto del Vivo. In: L’eremo del Vivo. Secolo XI Secolo XI fra dinamiche religiose e territoriali. Atti del Convegno a cura di Alfio Cortonesi e Gabriella Piccinni, Edizioni Effigi, Arcidosso 2004, ISBN 978-88-89836-21-7
Roberto Guercio: L’acquedotto di Siena di Luciano Conti. In: Viva l’acqua del Vivo. Ad un secolo dall’inizio dei lavori per l’acquedotto di Siena, Hrsg. Comune di Siena, Vanzi Grafiche, Siena 2008
Rossana Nicolò: Vicende storiche ed architettoniche del monastero inferiore al Vivo d’Orcia: preesistenze di Villa Cervini. In: L’eremo del Vivo.
Emanuele Repetti: VIVO torrente NEL MONTAMIATA in Val d’Orcia. In Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana (1833–1846), Onlineausgabe der Universität Siena (pdf, ital., S. 2.)
Laura Vigni: Dalle sorgenti dell’Amiata l’acqua pura per Siena. Idee, progetti, lavori per il primo acquedotto del Vivo (1890–1914). In: Viva l’acqua del Vivo.